BIANCO PURISSIMO

Io adoro i libri.

E non solo per quello che vi trovo scritto, ma in quanto oggetti.

Probabilmente è un retaggio dell’infanzia passata in mezzo a loro. Oppure quella stretta correlazione tra la gioia che mi hanno sempre dato e la loro forma di parallelepipedo così perfetto. Non sono sicuro. Ma so per certo che quando vedo una scultura che li rappresenta non posso fare a meno di fermarmi e osservarla rapito.

È successo anche quando mi sono imbattuto nelle opere scultoree di Lorenzo Perrone. Sul suo sito, Perrone spiega …

Leggi tutto

LA SEDUZIONE DELL’INVOLUCRO

E se vi dicessi che un catalogo di carte può essere anche “sexy”?

I cataloghi di carte Fedrigoni sono sempre molto belli. Ne ho avuti per le mani diversi, ed è sempre stato un piacere sfogliare le decine di carte da stampa o da rilegatura, sfiorandole leggermente per valutarne la differente crespatura o morbidezza. E stupendomi ogni volta anche solo di quante varianti del colore bianco si possono avere.

Adesso però Fedrigoni ha fatto un passo in avanti, anche dal punto di vista concettuale, nel proporre l’infinita varietà di carte …

Leggi tutto

TACCUINI FAMOSI 1 – GABRIEL GARCIA MARQUEZ

Cosa ne pensate della digitalizzazione massiva dei manoscritti di autori e scrittori famosi?

Da un punto di vista culturale, storico e di conservazione dell’essenza umana in generale, personalmente trovo che poter tramandare all’infinito ogni forma di sapere sia una delle più alte conquiste dell’uomo. Però il quaderno o il taccuino su cui è scritta l’opera, l’appunto o l’annotazione hanno una loro ragione d’essere fisica che non ha niente a che vedere con la fotografia del suo contenuto. E che lo rende, a modo suo, unico.

È su queste basi che …

Leggi tutto

DIMMI CHE CARTA USI….

È ormai noto che le nostre decisioni si formano prima a un livello del tutto inconsapevole, e soltanto successivamente entrano nella nostra coscienza facendoci agire in conseguenza.

Se vi siete mai occupati o avete un qualche interesse per la grafologia (la disciplina che osserva l’uomo nel suo modo di esprimersi attraverso la scrittura) potreste essere colpiti dal fatto che la nostra personalità emerge dall’analisi di un gesto che non è solo quello di scrivere, ma anche di come e con che cosa lo facciamo.

 

Nell’atto di scrivere tutto …

Leggi tutto

IL PIU STRANO BOMBARDAMENTO DI TUTTI I TEMPI

Nel 1944 in un campo vicino a Bly, nell’Oregon, USA, sei uomini rimasero vittime del più sbilenco bombardamento di massa che si conosca.

A pochi mesi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale dal Giappone erano partiti novemila oggetti volanti carichi di ordigni per seminare il panico negli Stati Uniti della costa occidentale. Quello che alla fine ottennero furono in pratica un paio di incendi nei boschi dello stato di Washington e, appunto, la morte di quei sei sventurati. I quali, peraltro, avevano fatto tutto da soli maneggiando uno strano pallone

Leggi tutto

UN OSSIMORO, PER INIZIARE.

Un blog che parli di carta, esclusivamente di carta, in tutte le sue possibili sfaccettature, evoluzioni storiche, peculiarità e opportunità future: ecco, un blog simile sembra essere una specie di controsenso

Perché un blog è un contenitore virtuale i cui argomenti vengono visualizzati in forma multimediale o testuale più o meno come fossero articoli di giornale. È una forma di comunicazione non-fisica che, con il resto di Internet, ha conquistato il nostro mondo a partire dalla fine del XX secolo e lo sta traghettando verso un futuro al momento inimmaginabile.…

Leggi tutto

MEGLIO GIOVANI O MEGLIO MATURE?

Nell’immaginario collettivo c’è la convinzione che sia sbagliato tagliare alberi per produrre carta.

Sicuramente la deforestazione è uno dei problemi che dobbiamo (e soprattutto dovremo) affrontare andando avanti con gli anni su questo piccolo scoglio nell’Universo che chiamiamo Terra. Eppure, in questo caso, siamo di fronte a una generalizzazione non corretta.

Innanzitutto, dal punto di vista geografico. Se nei Paesi in via di sviluppo il legname viene utilizzato per l’80% come combustibile e la deforestazione è un vero problema, nel complesso la FAO ha stimato che per produrre carta viene …

Leggi tutto

NOMEN OMEN

Se ti chiami Guglielmo Brutus Icilius Timeleone Libri Carucci dalla Sommaja, qualcosa nella vita devi per forza combinare. Tutto sta nel capire esattamente cosa.

Il conte Guglielmo Libri (ecc.ecc.), vissuto nel 1800, è piuttosto conosciuto per due aspetti alquanto differenti della sua attività. In Europa era un quotato matematico che amava, forse condizionato dal suo nome, collezionare libri. Nello stesso tempo, però, era anche un bibliofilo che non considerava sempre onorevole, forse per il fatto che era di alto lignaggio, acquistare i libri che amava, ma preferiva rubarli appena ne …

Leggi tutto